Cenni storici sulla Lombardia

La grande regione del nord Italia, racchiusa fra le Alpi e gli Appennini, è dominata, nella porzione centro-meridionale da un paesaggio pianeggiante, la Pianura Padana. E' composta storicamente da ben 11 province (Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Mantova, Pavia, Sondrio, Varese) a cui si è recentemente aggiunta la Provincia di Monza-Brianza.

Ogni zona ha una sua storia da raccontare, ogni cucina ha le proprie tradizioni ed usanze, ogni dialetto la sua cadenza, ogni città i propri tesori artistici e monumenti che la simboleggiano.

Milano è la città del Duomo e della sua Madonnina che svetta sulla guglia più alta della cattedrale come a proteggere l'intera città ed i suoi abitanti, poi c'è il Castello Sforzesco, il Cenacolo Vinciano conservato nel refettorio di Santa Maria delle Grazie. Milano è anche affari, infatti è sede della Borsa, è moda, design, cultura (citiamo l'Università degli Studi, la Bocconi, l'Accademia di Brera, il Politecnico), è vita notturna, è locali alla moda, è palcoscenico del jet-set nazionale ed internazionale, è musica e teatro, basti pensare al teatro alla Scala ed alla Filarmonica Giuseppe Verdi.

A pochi chilometri dal capoluogo, ai piedi delle prealpi Orobiche si trova Bergamo, città industriosa, divisa in Città Bassa, più recente, e Città Alta, di epoca medievale, circondata da mura città medioevale, circondata da mura erette durante la dominazione veneziana che rappresentano lo scrigno splendidi monumenti come il Duomo e la Cappella Colleoni , il giardino botanico e la chiesa di Santa Maria Maggiore che ospita le spoglie di Gaetano Donizetti; sulla Piazza della Cittadella, cuore della Città Alta, si trovano il museo civico archeologico ed il museo "Enrico Caffi" di scienze naturali.

Vi è poi la Leonessa d'Italia, Brescia, nota per la strenua resistenza offerta durante la dominazione austriaca nelle X Giornate del 1836 e a cui deve il soprannome. Da visitare in città il Tempio Capitolino, eretto nel 73 a.C. per ordine dell'Imperatore Vespasiano ed il Foro, dove si trovano anche il Teatro Romano e la Basilica.

Di epoca medievale il Monastero Benedettino di Santa Giulia, il Palazzo Broletto con la Torre del Pegol, il Castello di Brescia ed il Duomo Vecchio, uno dei rari esempi di chiesa a pianta circolare . Di epoca rinascimentale invece piazza della Loggia e Palazzo Martinengo, sede dell'omonima Pinacoteca.

Sondrio è forse la provincia più montana dell'intera regione: qui si ergono le alte vette delle Orobie, solcate dalla Valtellina, della Val Malenco con note località turistiche sia invernali che estive come Bormio, con le sue terme, Aprica e Madesimo.

Piazza Garibaldi, ottocentesca, è il cuore della città. Da qui si snodano, brevi itinerari che permettono di visitare la Sondrio antica, quella rinascimentale, quella barocca, quella neoclassica, quella moderna e quella contemporanea.

Sempre a nord del capoluogo di regione, incastonate fra lago e monti vi sono Lecco e Como, la prima nota soprattutto per gli itinerari manzoniani, la seconda per il Castello Baradello e l'antica tradizione di allevamento bachi da seta e setifici.

Varese, fu, già a partire dal '700, eletta a luogo di villeggiatura di nobili e borghesi milanesi e lombardi è oggi meta ambita anche dal turismo internazionale; da vedere. Oltre al lago di Varese, e la riva occidentale del Lago Maggiore che si trova nel territorio della provincia, il Sacro Monte con le sue svariate cappelle e Villa Medici, meravigliosa struttura cinquecentesca a Induno Olona ed il Museo Archeologico di Villa Mirabello.

Scendiamo ora verso la parte meridionale della Regione ed incontriamo Lodi: a pochi chilometri da Milano, Lodi è una deliziosa cittadina di poco più di 40.000 abitanti, sorta sulle sponde dell'Adda. Da vedere in piazza della Vittoria la Cattedrale, una delle più grandi realizzate in stile romanico. Ma Lodi è famosa in tutta Italia per le sue creazioni in ceramica, riconosciuta come Ceramica Artistica Lodigiana "Vecchia Lodi" e certificata con il marchio Denominazione di Origine Controllata (D.O.C.).

Unite, non solo virtualmente, dalla linea del Po, troviamo, da est a Ovest Pavia e Cremona.

Pavia è città universitaria fin dai tempi del Medioevo, da vedere in città: il Duomo, San Michele Maggiore ed il famoso Ponte Coperto sul Ticino, da visitare il Museo situato nel Castello visconteo, la Pinacoteca Malaspina, mentre a pochi chilometri dal centro abitato sorge bellissima la Certosa di Pavia.

Cremona: tutti conoscono il Torrone e le Torri, una su tutte il Torrazzo, la torre campanaria in muratura più alta d'Europa. La città inoltre vanta di aver dato i natali all'immortale figura di Antonio Stradivari, maestro liutaio vissuto a cavallo fra '600 e '700; ancora oggi i violini realizzati nella zona sono fra i più ricercati e preziosi.

Mantova, sorge sulle sponde del Mincio, nel punto in cui questo si allarga a formare tre piccoli laghi, il Lago Superiore, il Lago di Mezzo ed il Lago Inferiore; una bellissima città, celebrata anche da Torquato Tasso, dall'aspetto neoclassico nella quale spiccano alcuni monumenti del medioevo e del rinascimento come il Castello di San Giorgio del 1300, Palazzo del Te del XVI secolo e il Palazzo della Ragione del XIII secolo con affreschi medioevali.

© 2006 - 2019 Supero limited, Malta all rights reserved.